XIII CORSA DELLA SOLIDARIETA’, Cellino San Marco 2014 – dov’è Giugno?

di Marco Liuzzi

In una ventosa domenica di Giugno (2 Giugno – Festa della Repubblica) si svolge la AVIS IN STRADA, XIII CORSA DELLA SOLIDARIETA’, Memorial “Antonio Cagnazzo” in quel di Cellino San Marco, patria del vino e dei duetti romantici di Albano e Romina. La gara, ben organizzata dalla ASD APULIATHLETICA in collaborazione con l’AVIS – Sezione di Cellino S. Marco e con il patrocinio del Comune di Cellino S. Marco (Br), è una gara Provinciale di 8,6 km, organizzata su strade urbane ed extraurbane con percorso diviso su 2 giri da m. 4300 cadauno per un totale di Km 8,6, almeno stando al dispositivo ufficiale di gara (in realtà risulteranno circa 9,6 o 9,7 km). Caratteristica ammirevole di questa gara è la possibilità per i ragazzi tesserati nelle categorie Allievi, Junior, Promesse (nonché Esordienti, Ragazzi e Cadetti) di gareggiare – è sempre bello vedere i giovani partecipare a queste manifestazioni.

Ben nove atalassini si ritrovano a Cellino per questo evento, praticamente alle porte di casa. Si raggruppano, tranne il ritardatario di turno, nelle vicinanze della partenza per la distribuzione dei pettorali. Come sempre, gli atleti si guardano in giro, quasi ad annusare l’aria, per cogliere segnali delle difficoltà da affrontare in gara. Siamo agli inizi di Giugno, ma il vento, e l’aria frizzantina parrebbero appartenere piuttosto a mesi più freschi, Aprile, inizi di Maggio. “Dov’è Giugno?” si chiedono tutti. Si sa, gli atleti sono tutti meteorologi in erba e cercano di interpretare l’aria ed il vento per poi ottimizzare la propria prestazione di conseguenza.

Alcuni atleti sono vogliosi di provare se stessi dopo settimane di ottimi allenamenti, mentre altri, reduci da varie vicissitudini, sono qui solo per la buona compagnia, non dovendo chiedere nulla, in termini di prestazioni, alla gara. Il vento continua a soffiare fresco, troppo fresco: ma dov’è Giugno?

La partenza, inizia con qualche minuto di ritardo a causa del ritardo del medico di gara. Risolto l’inconveniente, si ode lo sparo: si parte. Il simpatico, e non affollato serpentone, si avvia per il primo dei due giri previsti.

In queste viuzze e stradine, il serpentone, che va via via sgranandosi, effettua un giro che comprende sia un tratto nelle campagne nei dintorni di Cellino, compreso un fastidioso tratto in salita su brecciolino, sia un tratto nell’interno della cittadina dell’alto Salento. Nella parte di percorso che si snoda nelle campagne vi sono diversi tratti decisamente contro vento, ma tutto sommato abbastanza gestibili. A circa metà gara si ritorna nei pressi della partenza, per effettuare un secondo, giro, identico al primo.

Tutto sommato, il percorso risulta interessante, anche se non del tutto scorrevole, con dei ristori piazzati nei punti strategici, ma con poche persone a gestire la distribuzione dell’acqua. Un piccolo neo da segnalare: la mancata segnalazione dei chilometri.

Cosí giungono all’arrivo gli atleti dell’Atalas.

Un pimpante PIGNATELLI “Jorge Lorenzo” Carlo, non può che seguire le glorie del campione di MotoGP maiorchino ed arriva 26° assoluto su 140, nonché 5° di categoria su 20.

Poco dopo l’eterno rivale, che però arriva spesso e volentieri dietro, almeno in questa fase di stagione, ROBERTI “Max Biaggi” Luigi, 31° assoluto su 140 e 7° di categoria su 18.

Poco dopo la sorpresa di oggi, un ottimo POLITI “Capirex” Marco arriva 44° assoluto su 140 e 3° di categoria su 15: in premiazione! Per lui una giornata da incorniciare, nonostante il freddo ed il vento (dov’è Giugno?).

Molto, ma molto dopo, troviamo LIUZZI “Vespino 50” Marco, che quest’ oggi arriva 68° assoluto su 140 e 15° di categoria su 18. Lui dice che la pessima prestazione sia dovuta alle tre settimane di stop con malanno di stagione, nonché alla sofferta e lenta ripresa degli allenamenti.

Subito dietro arriva un ottimo IAIA Domenico, alla prima assoluta, centra un ottimo 69° posto assoluto su 140 e 13° di categoria su 19. Ben Fatto! Da qui non si può che migliorare!.

A seguire, anche lui subito dietro, il nostro avvocato preferito: ANGELINI Pasquale che arriva 70° assoluto su 140 e 12° di categoria su 20.

Pochissimo dopo, lei: la pasticciera dell’Atalas, che tra un dolce e l’altro si piazza in premiazione: CAIOLO Raffaella Maria 82° assoluta su 140 e 1° di categoria su 5. Ripeto PRIMA di categoria! Ma non finisce qui, la bravissima Raffaella anche oggi mette il suo multiforme talento al servizio della squadra portando una buonissima dolce (per gli assenti specifichiamo che trattavasi di rotolo con panna alle fragole, peggio per voi che non siete venuti).

A seguire l’ottimo e sempre costante ROSATO Ignazio Giuseppe, 109° assoluto su 140 e 13° di categoria su 14.

A chiudere l’amatissimo presidente: IPPOLITO Antonio 124° assoluto su 140 e 15° di categoria su 15.

Complimenti a tutti gli atleti!

Ciao Domenico!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.