La Roma-Ostia di Julia Cassista

di Julia Cassista

Erano passati pochi mesi dalla mia iscrizione alla società e non si parlava di altro. Mi dicevano “tu che fai?vieni?” E io “ma che dite, non sono pronta, corro solo da qualche mese seriamente!”
Poi mi sono lasciata convincere, volevo fare quest’esperienza!

Mentre si avvicinava la data però mi sono lasciata scoraggiare da una serie di imprevisti, motivi per i quali una settimana prima avevo deciso di non partecipare più!
Ma ė proprio in questo momento che ho capito di appartenere ad una squadra meravigliosa che è riuscita a farmi cambiare idea incoraggiandomi a partecipare.

La partenza era di sabato mattina, tutti insieme un po’ come una gita!

Quando siamo arrivati a Roma ho provato una forte emozione nel ritirare
il pettorale e nel vedere tutte quelle persone che condividono la mia stessa
passione…..e gli organizzatori soddisfatti e contenti.

La sera a cena un po’ come una grande festa, a ridere e scherzare tutti insieme…cercando di mangiare leggero :)))

La mattina seguente, sveglia alle 5.30, preparazione della divisa con il pettorale e la fascia per Domenico, che non ho conosciuto personalmente, ma ero fiera di portare il suo ricordo insieme ad un altra persona a me molto cara durante tutta la gara!

Poi via……..Quante persone con le borse colorate, tutti verso la stessa
direzione… Prima della partenza non potevano mancare le foto, tutti in
pantaloncini e maglietta, senza nemmeno percepire il freddo per quanto
l’adrenalina fosse ormai alle stelle ancor prima di iniziare!

Poi arriva quel momento in cui inizi…inizi a correre, chiacchierando un po, sorridendo a chi ti sta vicino ma senza mai fermarti…Al 12^ km poi… è in quel momento che arrivata alla fine di una salita a dir poco faticosa, davanti a te vedi un fiume di gente che corre e sei fiera di esserci!

Quando poi arrivi al 19^ km pensi che finalmente è fatta…sei stremata le gambe sembrano bloccarsi, ma allo stesso tempo felice!!!
Quando riesci a passare il traguardo e ti consegnano la medaglia vieni assalita da un’emozione che a stento riesci a trattenere come nel momento in cui ti rivedi con gli altri e ti dicono “sei stata grande!”

Per me la sfida era arrivare al traguardo e non tanto il tempo finale, anche se mentre correvo immaginavo di riuscire ad arrivare sotto le 2 ore 🙂 Ci sono andata
vicino ma sono felice lo stesso.

Dopo tutta questa fatica poi arriva poi il momento più atteso da tutti, andare a pranzare ad Ariccia!!! Perché dovete sapere che anche se siamo una squadra di atleti, siamo comunque per le mangiate in grande stile :)))

Dopo il grande pranzo, ormai tutti rilassati e contenti di aver raggiunto il nostro obiettivo…ci dirigiamo verso casa.

Penso che tutte queste emozioni le ho provate sopratutto in perche’ e’ stata la mia
prima partecipazione ad una mezza maratona……ma sono certa che vorrò farne altre per poter riprovare tutto ciò……

Grazie di nuovo a tutta la squadra, che ha creduto sopratutto nelle mie capacità!

P.s. Ci avevano chiesto di scrivere sul retro della maglietta cosa e’ la corsa per te…..io lo vorrei scrivere qui……….”è la mia forza per affrontare le sfide di ogni giorno”!

Julia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *